Gelato, 5 Gelaterie speciali di Firenze

Suvvia, Novembre è ancora un mese buono per mangiare il gelato la domenica pomeriggio. Un momento magico da passare in totale relax e cedere all‘irresistibile morbidezza della cremosità fatta gelato.

Homemade Organic Berry Sorbet Ice Cream Ready to Eat

Uhhh bono

Poi ci si ritrova a ragionare su quali siano le gelaterie migliori. Noi di FirenzeFuori ne abbiamo testate alcune per voi e ve le proponiamo per direttissima:

Badiani. Tra gli esercizi storici di Firenze, non ha bisogno di presentazioni ed è quello che vi sarà facendo pensare “ah va beh Badiani…chiaro”. È un’istituzione cittadina, vanta la presenza di Paolo Pomposi gelataio vincitore al festival del gelato 2015. Al di là del sapore e del gusto che sono storia, bisogna anche rendere merito all’atmosfera che sembra aver interrotto lo scorrere del tempo: Un bancone imponente, le luci “gialle” incredibilmente accoglienti. Il gusto che ha reso storica questa gelateria è il…. che ve lo dico a fare? Buontalenti. Badiani è in viale dei Mille, 20r

Gelateria de’Medici. Un tempo che fu, parlo di un secolo fa, via dello Statuto era pavimentata con le aiole nel mezzo, qualche carrozza, qualche macchina e tanti pedoni. Oggi c’è una ferita che solca tutta la strada, si chiama “lavori per la tramvia”, che prima o poi si rimarginerà e lascerà il passo alla modernità. Sicuramente avrebbero apprezzato a fine ‘800 una gelateria come i “Medici”. Perchè il gelato è come l’amore, senza tempo. Le due bionde sorelle titolari hanno realizzato delle opere d’arte trasferendo la loro simpatia dai sorrisi alle coppette o ai coni, quello che si potrebbe chiamare vero amore. Si sono messe all’opera con la fantasia e hanno creato tanti gusti: dalla frutta esotica, ai giochi di intrecci tra biscotti e crema nel famoso Crema de’Medici. La gelateria è in via dello Statuto 3/5.

Erta del Bau. Il nome insolito ha origine letterarie importanti. Deriva da Gabriele D’Annunzio che un tempo abitò sulle gentili colline di Settignano. Il Vate d’Italia soprannominò l’inerpicata salita dove abitava “Erta del Bau” in onore della sua passione per i cani; il fato ha voluto che cento anni dopo in quella strada abbia aperta la gelateria cioccolateria che ha ereditato quel nome, elegante ma al tempo stesso semplice, da bambini. In fine della storia, l’Erta del Bau ha scelto di stabilirsi in via Paoletti, zona Leopoldo. Dalle poesie dannunziane ai gusti ricchi ed intensi di sapore genuino: il team dell’Erta del Bau è specializzato in cioccolato, dalla lavorazione per dolci alla trasformazione in gelato. La consistenza del gelato è viscosa quanto basta per accarezzarvi il palato. Il gusto perfetto di questa gelateria è ovviamente il cioccolato. L’Erta del Bau si trova in via Ferdinando Paoletti, 32/38

Gelateria Dalmazia. Gusti stagionali e fantasia: La gelateria Dalmazia offre un’esperienza gelatosa mistica e sensuale, per dirla alla Battiato. Il personale è estremamente giovane ed accogliente. L’offerta dei prodotti a base di gelato è ampia, si va dalle torte di compleanno personalizzate alle micro tortine tematiche in base alle feste comandate (Halloween compresa). In particolare il gusto che più ha rapito il nostro cuore è la nocciola; ogni assaggio ci ha riportato alla mente le verdi distese piemontesi. Si trova in Piazza Dalmazia, 37

Carabé. Vicino al Duomo, in pieno centro di Firenze è di scena la tradizione…siciliana. Questa gelateria è da più di 25 anni che grazie alla volontà di Antonio Lisciandro, il titolare, offre ai fiorentini ed ai turisti il fresco sapore del gelato tradizionale. Punti di forza sono la digeribilità del prodotto; il vero e proprio fiore all’occhiello dell’attività è la granita. Granite fresche e speciali, che riescono a raffreddare i bollenti spiriti estivi con una sfumatura d’agrume. Carabé in francese indica una resina fossile dalle venature gialle ed arancioni, perfettamente in linea con i colori dei gelati. Carabé è in via Ricasoli 60/r

Psss…detto sottovoce, i colori sono ottenuti naturalmente, non con polverine 😉 !

Questi sono i nostri suggerimenti, e come ricetta contro il malumore vi consigliamo di mangiare tanto gelato… anche di inverno!

per i vostri commenti: redazione@firenzefuori.it

Gilberto Bertini

Leave a reply
Related Posts
firenzefuori