I tipi di Firenze

Dopo il grande successo dell’articolo “Le tipe di Firenze”, abbiamo deciso di incrementare la ricerca antropologica del nostro centro di analisi situato in un’area non meglio precisata della California (vicino Cecina) e focalizzare l’attenzione sui maschietti. Abbiamo catalogato un milione di esemplari di fiorentini D.O.C. Li abbiamo studiati attentamente per il vostro e il nostro diletto. Ci siamo fatti strada tra lampredotti e bistecche per giungere ad una parziale verità. Eccovi accontentate care amiche di FirenzeFuori, a voi la scelta:

1027393-david

Il David, un bel figurino fiorentino

Il tifoso vero Un uomo non si deve mai scordare di due date fondamentali: il compleanno della propria ragazza e il giorno dell’anniversario di fidanzamento. Eppure per questo esemplare le uniche date che contano e sono impresse a fuoco nella memoria sono quelle del calendario della Fiorentina. La domenica c’è il campionato, il lunedì la discussione, il martedì l’allenamento, il mercoledì il recupero di campionato, il giovedì lEuropa Ligghe, il venerdì andiamo a cena in ristoranti a tema viola. Ed è così che davanti ad una situazione romantica, io ti guardo, tu mi guardi e per rompere il silenzio ti dico quelle parole che tutto il mondo pronuncia per significare l’amore universale: “Borja Valero”.

borja-valero-vacanze-con-famiglia

Borja Family

MetroSexual Un giorno l’evoluzione della specie arrivò ad una tappa fondamentale per il cammino dell’uomo: il tronista di Uomini e Donne. Gli Homini Tronistibus si sono diffusi dallo studio di Canale 5 di Maria De Filippi in tutta Italia. Non è ancora chiaro come facciano ad avere i capelli sempre perfetti anche durante una partita a calcetto. Hanno la pelle abbrustolita come un toast per via delle lampade. Nascono direttamente con le Hogan ai piedi e con esse crescono. Di solito è facile accorgersi dell’imminente arrivo poiché si può notare una nuvola speedy di profumo con sopra Goku morto. Non hanno peli poiché iperdepilati per sopravvivere ai caldi delle discoteche di tendenza frequentate. Le citazioni preferite sono quelle prese dai meme su Facebook.

0971485b133ddba1d51e0f0ecfa45d2f_169_l

Il Borriello nazionale, un esempio di esemplare MetroSexual

Radical Chic Corrispettivo maschile delle radical citate nell’articolo “Le tipe di Firenze”. Il maschio radical vive in branco solitamente con altri pochi individui; è molto diffuso nelle zone di Santo Spirito o delle Murate, si nutre sostanzialmente di birra e drummini girati storti e molto leggeri, il che spinge il radical a fumarne uno al minuto. Un notevole rapporto cicchini/citazioni colte, contraddistingue l’approccio del maschio nei confonti delle femmine. Solitamente i campi più gettonati di attenzioni sono quelli cinematografici, letterari e musicali. Stando ai dati raccolti il flusso di interessi nei campi sopracitati riguarda opere prime da titoli molto di impatto e dal contenuto molto noioso; il maschio Radical si contraddistingue per attività molto dispendiose fatte con il gusto di chi non ha un euro per farne due.

Ecce Bombo – Vengo non Vengo (dal film di Nanni Moretti)

Alternativi Pesi  Tra le nebbie di capponi interstellari di fumo all’interno di aule occupate o in centri sociali, la materia si è fusa per creare dei rasta dei pantaloni baracaloni (detti anche alla cahona); sembra che l’evoluzione negli anni abbia portato l’attenzione degli esseri più alternativi della società dalle magliette di Che Guevara alle console per mixare pezzi reggaeton. Il linguaggio sembra aver abbandonato il filo della logica per lasciare il passo a neologismi più semplici o a slogan urlati contro il vento nei sabati sera all’insegna della ribellione. Al Cippi, all’Emerson, si fa festa e ci si diverte, un po’ meno lo fanno i cani che spaventati girano in mezzo ai decibel della musica.

Tipi Giusti Forse la specie più diffusa a Firenze, allo stesso la più difficile da catalogare. Mentre le categorie precedenti sono delle facili iperboli, in questo caso il discorso si fa più sibillino. I tipi giusti si classificano essendo sempre quelli che hanno il piano per la serata, o meglio di un sabato sera sono a conoscenza degli eventi più “cool”, da non confondere con più popolari. Possono svariare amenamente su tutto il fronte da Santa Croce a Sant’Ambrogio a Santo Spirito. Fondono insieme gli stili sopracitati e quindi anche un djset può diventare un momento ricercato degno del miglior Radical ma condito con la maglietta giusta, l’anello figo e la barbetta come impone la moda che passa. In genere accompagnano le loro mosse con un ampio condimento di vita social e quando si mette in testa di ricevere i big likes che contano non c’è trippa per gatti, un selfie col tatuaggio ricercato e si entra in doppia cifra di mipiacini.

Gilberto Bertini

per vostri suggerimenti che possono ampliare la nostra ricerca, o semplicemente per infamare: redazione@firenzefuori.it

Leave a reply
Related Posts
firenzefuori