L’importanza di chiamarsi Ernesto

A Firenze  L’importanza di chiamarsi Ernesto per chi non è né serio (“earnest”) né Ernesto (“Ernest”)! Al Teatro della Pergola una delle più belle commedia di Oscar Wilde.

Fino al 6 Aprile a Firenze L’importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde alla Pergola. Firenze Fuori presenta una delle commedie più belle di tutti i tempi, attraverso le parole di Geppy Gleijeses, interprete e regista. In questo nuovo allestimento è affiancato da Marianella Bargilli nel ruolo en travesti di Algernon e con la splendida Lady Bracknell di Lucia Poli. Per Masolino D’Amico (traduttore dello spettacolo), oltre ad essere la commedia più rappresentata in assoluto, di certo esprime la quintessenza del teatro di Wilde: l’eleganza formale, lo straripare fulmineo dei dialoghi, il susseguirsi serrato di battute, il costante affacciarsi sul nonsense.

Eventi a Firenze: L'importanza di chiamarsi Ernesto al Teatro della Pergola 1-6 Aprile 2014 con Geppy gleijeses lucia poli marianella bargilli

Quando debutta a Londra nel febbraio 1895, anticipa di poco le accuse di immoralità che travolsero carriera e vita di Wilde. L’importanza di chiamarsi Ernesto, o di essere “serio” come talora si traduce giocando allo stesso modo dell’idioma inglese sulla parola “earnest” che compone il titolo originale, ha provocato molte congetture sul corso che l’evoluzione del drammaturgo e di conseguenza, forse, di tutto il teatro inglese, avrebbe potuto prendere senza l’intervento della magistratura.

La vicenda di John Worthing, messo sotto esame dalla terribile Lady Bracknell che intende valutarne le doti di futuro marito della figlia, risponde ai criteri di un vero e proprio atto di fondazione del “teatro dell’assurdo”. Perché costruito su uno spettacolare castello di finzioni (John e l’amico Algernon si inventano una vita e una famiglia che non hanno), e su un puro gioco nominale: Gwendolen e Cecily pretendono un Ernesto. Questo obbliga Wilde ad uno spettacolare finale, che trasformi le finzioni in realtà.

Orari: da martedì a sabato: 20.45; domenica: 15.45

L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO
di Oscar Wilde
traduzione Masolino D’Amico

proiezione scenica Teresa Emanuele
costumi Adele Bargilli
musiche Matteo D’Amico
luci Luigi Ascione
spazio scenico e regia Geppy Gleijeses

personaggi e interpreti
in ordine di apparizione

Algernon Marianella Bargilli
Lane Orazio Stracuzzi
Jack Geppy Gleijeses
Lady Bracknell Lucia Poli
Gwendolen Valeria Contadino
Miss Prism Renata Zamengo
Cecily Giordana Morandini
Ghasuble Luciano D’Amico
Merriman Orazio Stracuzzi

 

Leave a reply
Related Posts
Martina